KEITH HARING and The Cathedral of St.John The Divine

Keith Haring, uno dei più grandi writers e pittori statunitensi e una maestosa Cattedrale a Manhattan. L’arte che incontra la religione . 

Cercando nella City le tracce di Keith Haring  , mi sono trovata davanti a questa bellissima cattedrale Neogotica . Ciò che mi ha spinta e’che all ‘interno si trova una delle ultime opere che l’artista esegui’ prima di morire .


La cattedrale ST. JOHN THE DIVINE ( inizio costruzione nel 1892 ) e’la cattedrale episcopale di New York e si trova esattamente in Amsterdam avenue all’altezza della 112th , nel quartiere morningside heights, alla fine di central park lato west per intenderci . È una delle cattedrali più famose d’America ed è la quarta chiesa cristiana più grande al mondo. Ad accoglierci una bellissima porta di bronzo chiamata il Portale del paradiso sulla quale sono rappresentate in bassorilievo scene della Bibbia e dell’apocalisse. Entrando in questa chiesa si viene avvolti da un’infinita bellezza. Dettagli Romanici come le colonne che fiancheggiano la navata , volte Gotiche e vetrate colorate e il rosone più grande mai realizzato negli stati uniti . Sette cappelle dedicate a sette santi. Se avete tempo e modo visitate anche i giardini , dove d’estate si tengono vari eventi musicali e culturali.


Ma come avrete già capito ( che Dio mi perdoni ) , il mio grande interesse per questa chiesta e’ tutto da attribuire all’opera di Keith Haring che si trova proprio al suo interno. 

Per chi non conoscesse questo grande artista, due brevi cenni. 


Nato il 4 maggio del 1958 in Pennsylvania. Mostra sin da piccolo una grande passione per il disegno e in famiglia lo assecondano.Adolescente irrequieto , non estraneo all’uso di droghe e alcool. Affascinato da Warhol, Dubuffet, Pollock,Klee attraverso i quali studia l’arte indagando e definendo ben presto il proprio stile divenuto poi unico al mondo. Si scopre omosessuale e frequenta ormai ambienti pregni delle avanguardie artistiche di quegli anni tumultuosi. Stringe amicizia con il mio Basquiat e con il quale condivide la scelta del graffitismo ( Manhattan ha ancora su alcuni muri l’eredità lasciata da questo grande artista ) . La sua identità artistica viene ben presto nota , i suoi omini stilizzati non hanno bisogno di firma per essere riconosciuti. 


Ormai famoso anche in Europa, Keith apre nel 1986 un Pop Shop a Soho dove vende magliette e gadget ritraenti le sue opere mettendo la sua arte a disposizione di tutti.

Purtroppo gli anni ’80, se da un lato offrono un ambiente culturale perfetto  dove potersi esprimere liberamente , dall’altro questo clima di promiscuita’ facilita la diffusione di una malattia della quale si comincia a parlare sempre più spesso, l’AIDS.  

Haring diventa subito sensibile al tema dell’Aids al punto da farlo entrare come tematica nelle sue creazioni . Nel 1985 dipinge un quadro e lo intitola AIDS.

Anche Keith contrae il virus senza rimare sorpreso dalla cosa. Lui stesso afferma poco tempo prima di scoprire di essere sieropositivo “cammino sulla linea molto sottile che divide la vita dalla morte ”

Muore il 16 febbraio 1990 a soli 31 anni .

Una delle sue ultime opere  un trittico prodotto in 9 copie e chiamato “the life of Christ “che possiamo vedere all’interno della St Savior’s Chapel di questa cattedrale e Ve ne sono 9 copie in tutto il mondo.


I temi di questo grande artista sono l’amore, il sesso, l’AIDS, la gioia, la musica e l’energia ma il  tema religioso non è casuale o episodico per lui. Nel 1985 dipinge THE TEN COMMANDMENTS .

Di famiglia protestante, si avvicina da giovane al Jesus Movement. Haring vive una vita che non pare coerente con quella del praticante ma il tema religioso continuano ad emergere. 


Probabilmente verso la fine della sua vita il sentimento religioso si fa ancora più forte tant’è che la sua ultima opera e’proprio il trittico in questione. 

Sui pannelli una scena ispirata alla vita alla vita di Cristo, un bambino sostenuto da due mani che tende verso il cielo. Cristo in croce. Sul pannello laterale la risurrezione sull’altro un angelo caduto.

Per chi volesse trovarsi davanti a questa magnifica e originale opera:

La cattedrale e’ aperta tutti i giorni dalle 7:30am alle 6 pm 

Il cortile e i giardini aperti tutto il giorno.

All’interno troverete un ufficio per ogni tipo di informazione 

arte- musei e gallerie Cose da fare Harlem Upper west

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: